CALDAIA A CONDENSAZIONE VAILLANT ecoTEC pro VMW 286/5-3+ CON KIT FUMI - ERP

Caldaia Vaillant Ecotec Pro A Condensazione

985,00 €
Trasporto e IVA compresi
Disponibile

Descrizione

CALDAIA A CONDENSAZIONE VAILLANT eco TEC pro VMW 286/5-3+ CON KIT FUMI 
ecoTEC PRO: la caldaia murale che offre il giusto equilibrio tra prestazioni e comfort

Le ecoTEC pro VMW (riscaldamento e produzione ACS) sono disponibili nelle potenze da 19 e 24 kW.
ecoTEC pro nasce come l‘evoluzione naturale della consolidata tecnologia ed esperienza di Vaillant nella tecnologia della condensazione. ecoTEC pro è stata concepita per offrire il giusto equilibrio tra prestazioni e comfort sia in riscaldamento sia nella produzione di acqua calda sanitaria. La sua semplicità di regolazione la rende la caldaia ideale per tutti gli utenti.
ecoTEC pro ha in dotazione un interfaccia di estrema semplicità con testi in chiaro e display retro-illuminato.
Le ridotte dimensioni di ecoTEC pro VMW 70cm altezza, 44cm di larghezza e 35cm di profondità (identiche alla precedente versione) permettono l’installazione in qualsiasi ambiente. Una nuova pompa ad alta efficienza ed una nuova elettronica permettono ad ecoTEC pro di consumare pochissima energia elettrica, garantendo un notevole risparmio nell’arco dell’anno.
Specifiche tecniche
Per riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria 
Camera stagna a tiraggio forzato
Potenza termica nominale 18,5 kW
Classe energetica ErP (Risc. e ACS) : Classe A
Portata termica nominale in sanitario 23,5 kW
Portata termica nominale in riscaldamento 18,9 kW
Contenuto d’acqua nel generatore 2 lt
Capacità vaso di espansione 10 lt
Produzione acqua calda sanitaria (?T = 30K) 11 lt/min
Rendimento pari al 106% (**** secondo 92/42 CEE)
Dimensioni (hxpxl) mm 720 x 335 x 440 ; 35 kg
 
Elenco caratteristiche
Caldaia Vaillant a condensazione 
Con il piano strategico 20/20/20, l’Europa ha l’obiettivo di produrre il 20% in meno di CO2, utilizzare il 20% in più di energia rinnovabile e consumare il 20% in meno di energia primaria. Tutto questo entro il 2020. Per conseguire questi obiettivi l’Ue ha emanato la Direttiva ErP (energy related products) che specifica i requisiti minimi di eco-progettazione delle apparecchiature che utilizzano energia, tra cui l’efficienza energetica.
Anche il mondo del riscaldamento verrà coinvolto da questo rivoluzionario cambiamento. Dal 2015 infatti l’efficienza energetica delle caldaie si baserà su nuovi indici di prestazione che terranno conto della performance stagionale. Tra i cambiamenti più significativi della nuova metodologia di misurazione dell’efficienza stagionale vi sono l’introduzione di diverse temperature nominali, il funzionamento anche ai carichi parziali e in modalità standby. La nuova metodologia consentirà di valutare le prestazioni di una caldaia in condizioni reali, in base al livello di efficienza calcolato nell’arco di un intero anno.
 
Caratteristiche: 
Produzione ACS istantanea
Interfaccia utente intuitiva 
Semplicità di gestione 
****Rendimento in risc. 
Modulazione 1:5 
Pompa modulante (Classe A) 
Scambiatore primario acciaio 
Vaso espansione 10 l
Consumi elettrici in standby minori di 2W
Classe di efficienza energetica A
 
La nuova legislazione UE
A partire dal 26 Settembre 2015 non è più possibile produrre caldaie tradizionali a tiraggio forzato. Sarà invece possibile continuare a produrre caldaie a condensazione e caldaie tradizionali a camera aperta dotate di pompe ad alta efficienza e conformi ai nuovi requisiti ErP quali livelli di emissione, rumorosità ed efficienza. In particolare, l’installazione di caldaie tradizionali a camera aperta sarà possibile solo in sostituzione di vecchie caldaie installate in edifici plurifamiliari che scaricano i fumi in canne fumarie collettive ramificate (CCR).
I prodotti immessi sul mercato prima del 26/09/2015 che non rispettano i requisiti della nuova direttiva, come le caldaie tradizionali a tiraggio forzato e le caldaie non dotate di pompa ad alta efficienza, potranno essere comunque acquistati, venduti e installati.
 
ErP e ELD: cosa significano e in cosa differiscono?
ErP: l’UE ha emanato nuovi obblighi per i prodotti utilizzatori di energia (ErP). La nuova direttiva, nota come direttiva Ecodesign, prescrive i requisiti minimi di efficienza e i limiti di emissione per gli apparecchi che producono riscaldamento e acqua calda sanitaria. La direttiva Ecodesign è rivolta a due categorie di prodotti rilevanti per gli installatori e i rivenditori del settore:
Categoria 1 Comprende gli apparecchi per il riscaldamento ambienti: elettrici, a gas, a gasolio, caldaie combinate, pompe di calore e cogeneratori fino a 400 kW.
Categoria 2 Comprende gli apparecchi per la produzione di acqua calda sanitaria: elettrici, a gas, a gasolio, pompe di calore per acs, impianti solari fino a 400 kW e bollitori fino a 2000 litri.
ELD: in aggiunta alla direttiva ErP l’UE ha introdotto anche una etichettatura energetica obbligatoria per lo stesso tipo di apparecchi fino a 70 kW e bollitori fino a 500 litri. La direttiva per l’etichettatura energetica si chiama ELD e richiede che i nuovi prodotti e i sistemi per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria siano etichettati con l’indicazione della loro classe di efficienza energetica. Combinando i prodotti e i componenti, ad esempio aggiungendo una centralina di termoregolazione, si può incrementare la classificazione energetica del sistema che sarà calcolata dall’installatore ed indicata sull’etichetta del pacchetto.

Scheda tecnica

Vaillant
0010021996
Nuovo prodotto

La tua domanda è stata inviata con successo il nostro team. Grazie per la domanda!
Fai una domanda
nascondere la forma
Captcha