SERVOMOTORE A COMANDO ELETTROTERMICO A 4 FILI 230V RBM

Testina a comando elettrotermico con microinterruttore ausiliario per collettore di distribuzione radiante.

29,00 €
Disponibile

Fai una domanda sul prodotto (0)

Pagamento rateale disponibile per ordini a partire da 250,00 €

Descrizione

Servomotore a comando elettrotermico per valvole termostatizzabili e collettori di distribuzione, completo di cavo elettrico di alimentazione. Posizione valvola normalmente chiusa in mancanza di tensione.

  • Alimentazione 230 V
  • Consumo 2,5 W - Frequenza 50/60 Hz
  • Protezione elettrica IP54
  • Temperatura di funzionamento +5 ÷ +50 °C
  • Corsa 4 mm

Il servomotore a comando elettrotermico è un dispositivo che consente di rendere automatica l’intercettazione di un fluido all’interno degli impianti di riscaldamento e raffrescamento, su comando di un termostato ambiente o di un cronotermostato.

E’ disponibile anche una specifica versione di servocomando dotata di microinterruttore ausiliario con contatti puliti privi di tensione, da utilizzare per dare il consenso ad un ulteriore dispositivo ad esso collegato, se la logica dell’impianto lo prevede.

L’attuatore è provvisto di un indicatore meccanico di colore rosso, visibile attraverso una finestra trasparente posizionata frontalmente sulla calotta dello stesso, che permette di conoscere la posizione di apertura o chiusura della valvola su cui è installato.

Applicazione

Azionamento di valvole ad otturatore On-Off

Funzionamento

Azionatore termico, Normalmente Chiuso, a due posizioni (aperto/chiuso). Alimentando elettricamente il servomotore si ottiene il riscaldamento dell’elemento termostatico ad espansione di cera; dopo il periodo di riscaldamento, il dispositivo su cui è montato il servomotore si apre silenziosamente eseguendo la corsa. L’indicatore di posizione si troverà a fine corsa. Con l’interruzione dell’alimentazione elettrica si ottiene il raffreddamento dell’elemento termosensibile con la conseguente chiusura del servomotore e del relativo dispositivo ad esso accoppiato. In caso d’avaria del servomotore, è necessario rimuovere il servocomando dal dispositivo su cui è stato applicato e procedere all’azionamento manuale del dispositivo stesso.

Contatto ausiliario

Se la logica dell’impianto prevede di associare l’azionamento di un altro dispositivo (circolatore o di una ventola, per esempio) questo è possibile attraverso l’utilizzo dell’attuatore con comando ausiliario.

Dati tecnici

RBM
306.00.42
Nuovo prodotto

Feedaty Reviews (0)

There are no reviews

Domanda (0)

Non ci sono domande dei clienti per il momento.


La tua domanda è stata inviata con successo il nostro team. Grazie per la domanda!
Fai una domanda
nascondere la forma
Captcha